Il secondo “carico” di vaccini è già in ritardo di quasi due giorni, e soprattutto ancora manca il piano per le vaccinazioni…

Il secondo “carico” di vaccini è già in ritardo di quasi due giorni, e soprattutto ancora  manca il piano per le vaccinazioni…

Di Nicholas Pellegrini

Abbiamo visto tutti l’arrivo del Vaccino in Italia, il famoso V-Day, con un camioncino scortato da Carabinieri e Polizia dal Brennero, una montatura degna dell’istituto luce durante il ventennio, ma apparte la messa in scena qual’è la realta con cui il nostro paese si trova a convivere?

La realtà ovviamente ben diversa, le dosi che dovevano arrivare ieri 28 dicembre non sono arrivate, (Dovrebbero arrivare oggi) il commisario Arcuri non ha ancora descritto il piano a cui ha pensato, dando per scontato che abbia un piano.
Solo nella giornata di ieri infatti è stato chiuso il bando per selezionare le 5 agenzie interinali che dovranno selezionare circa 3000 medici e 12.000 infermieri che dovranno fare milioni di inezioni. Italiani non avrete mica fretta? Suvvia.
Inoltre non è ben chiaro chi e quando ci si dovrà vaccinare, nulla nemmeno sugli anziani che sono la categoria più a rischio. Nessuna fretta per il commissario Arcuri, spalleggiato dal ministro Speranza che ha già placato gli entusiasmi, giustissimi, dei cittadini Italiani. Il ministro ha infatti ribadito ‘La battaglia è ancora lunga, dobbiamo resistere’ insomma come ad avvisarci che non ci sarà nessun allentamento delle restrizioni. E poco importa se ancora non sappiamo se i nostri ragazzi potranno tornare a scuola il 7 Gennaio, se gli impianti sciistici potranno riaprire e come, giusto per citare qualche tasto dolente, quindi Italiani placate la vostra goia perchè di tornare a vivere ancora non se ne parla

Rispondi